Vuoi acquistare un bene prezioso?

I beni dati in pegno che non vengono riscattati dal proprietario, sono periodicamente venduti ad asta pubblica presso sale attrezzate messe a disposizione dalla Banca. Gli oggetti sono esposti nei giorni che precedono l'asta al fine di consentire una valutazione preventiva da parte dei partecipanti. Partecipare ad un'asta del Credito Siciliano - InPegno può così rappresentare un modo valido ed alternativo per acquistare preziosi, argenti e orologi a prezzi interessanti. Chiunque può partecipare all'asta ed effettuare delle offerte. Queste ultime possono essere orali oppure segrete. Le offerte orali formulate durante lo svolgimento dell'asta pubblica (mediante alzata di mano o dichiarazione dell'offerta a voce) sono fissate, di norma, nella misura minima in aumento del 5% del prezzo base, mentre le offerte segrete (da depositare entro i termini fissati dalla Banca) devono essere di importo almeno pari al prezzo base d'asta aumentato del 5%. Qualora le offerte segrete risultassero pari all'ultima offerta orale della gara, l'aggiudicazione avverrà a favore di quest'ultima. Oltre all'importo di aggiudicazione l'acquirente dovrà pagare i diritti d'asta, fissati al 2%. La vendita all'asta è disciplinata dalle norme di Legge e da uno specifico Regolamento Interno.


Come partecipare ad un'asta mediante offerta segreta
Chi volesse concorrere all'aggiudicazione di un oggetto posto in vendita all'asta può intervenire nei luoghi, giorni e ore previsti per le vendite oppure può presentare una offerta segreta.

Concorrere con offerta segreta non significa partecipare ad un'asta on-line ma semplicemente utilizzare una specifica modalità di presentazione delle offerte nelle aste pubbliche tenute ai sensi della Legge 10 maggio 1938 n° 745 e del Regio Decreto del 25 maggio 1939 n° 1279.
Si riportano qui di seguito le modalità di partecipazione:
  1. Si può presentare un'offerta segreta, avvalendosi della apposita funzione, mediante: il sito www.inpegno.it, i totem che si trovano in tutte le filiali del Credito Siciliano, banca inlinea.
  2. Dopo aver consultato i lotti offerti, si potranno inserire le prenotazioni di offerta segreta. La funzione prevista consente tale operazione per ogni singolo lotto visionato; è anche possibile inserire più offerte segrete per più lotti. Verrà rilasciato un ticket riportante il codice identificativo della prenotazione eseguita. A richiesta può essere stampato un elenco che riporta la totalità delle prenotazioni effettuate con l'indicazione dell'importo dell'offerta segreta; occorre prestare la massima attenzione, infatti questa è l'unica possibilità di ottenere tale informazione che, ovviamente, non è conosciuta dalla banca e che potrà essere conosciuta esclusivamente in sede di effettuazione dell'asta, non prima.
  3. L'offerta segreta così prenotata per essere valida deve essere confermata presso uno qualsiasi degli sportelli InPegno del Credito Siciliano entro il giorno lavorativo precedente la data dell'asta - a tal proposito, si confronti l'elenco degli sportelli InPegno riportati nel presente sito -; in tale momento il presentatore dell'offerta segreta dovrà versare la richiesta cauzione. Solo dopo tali operazioni la presentazione dell'offerta segreta sarà valida a tutti gli effetti. Al presentatore verrà rilasciato un documento a conferma dell'offerta presentata e della cauzione versata. La validazione presso uno degli sportelli InPegno del Credito Siciliano è necessaria anche nei casi di esenzione dal versamento della cauzione.
  4. Ai fini della gara sarà presa in considerazione esclusivamente la cronologia di presentazione determinata dalla data e orario di validazione della suddetta conferma della prenotazione.
Le offerte così pervenute concorreranno alla licitazione dei lotti interessati, secondo le norme di Legge e di Regolamento interno di seguito riportato che l'offerente, con la mera presentazione dell'offerta, implicitamente dichiara di conoscere ed accettare. Non saranno in nessun caso accolte offerte pervenute con modalità differenti. In caso di aggiudicazione il pagamento dovrà essere effettuato entro i due giorni successivi presso la Sede d'asta o presso lo stesso Sportello Pegni del Credito Siciliano in cui era stato effettuato il versamento del deposito cauzionale; quest'ultimo verrà trattenuto a deconto del complessivo importo da pagare costituito dall'importo di aggiudicazione maggiorato dei diritti d'asta. In caso di mancato pagamento entro i due giorni lavorativi successivi all'asta, la cauzione verrà incamerata e il lotto sarà riproposto in un'asta successiva.

La consegna dei lotti aggiudicati avverrà sempre ed esclusivamente presso la Sede d'asta in cui ne è stata effettuata la licitazione dopo che sia stata verificata la regolarità del pagamento e siano stati espletati tutti gli adempimenti di Legge.
Pertanto la presentazione di offerte segrete implica comunque l'impegno a provvedere al ritiro dei lotti eventualmente aggiudicati direttamente presso la Sede d'asta predetta. Le foto dei lotti in vendita pubblicate su questo sito hanno valore meramente indicativo e possono non rispecchiare esattamente le caratteristiche degli oggetti.
La presentazione di offerte, sia orali che segrete, implica da parte dell'offerente la presa visione e perfetta conoscenza del lotto oggetto dell'offerta medesima.
Calendario aste
Città Dove Quando
Sala Aste di Catania Corso Italia, 161 Dal 7 gennaio al 30 giugno e dal 1° settembre al 31 dicembre: tutti i martedì (esclusi i mesi di Luglio e Agosto e i giorni festivi) con inizio alle ore 9.30
Sala Aste di Milano Largo Paolo Grassi, 1 Dal 1° febbraio al 30 giugno e dal 1° settembre al 31 dicembre: il primo mercoledì del mese (esclusi i mesi di Gennaio, Luglio e Agosto e i giorni festivi) con inizio alle ore 9.30
Sala Aste di Palermo Piazza Verdi, 58 Dal 7 gennaio al 30 giugno e dal 1° settembre al 31 dicembre: tutti i giovedì (esclusi i mesi di Luglio e Agosto e i giorni festivi) con inizio alle ore 9.30
Sala Aste di Roma Via Parigi, 9 Dal 7 gennaio al 30 giugno e dal 1° settembre al 31 dicembre: il secondo e quarto mercoledì del mese (esclusi i mesi di Luglio e Agosto e i giorni festivi) con inizio alle ore 9.30
Sala Aste di Torino Piazza della Repubblica, 17 Dal 7 gennaio al 30 giugno e dal 1° settembre al 31 dicembre: il terzo mercoledì del mese (esclusi i mesi di Luglio e Agosto e i giorni festivi) con inizio alle ore 9.30

Codici identificativi Filiali InPegno: Catania 165, Firenze 174, Messina 99, Milano 173, Palermo 49, Roma 168, Siracusa 70, Torino 172, Trapani 74.

Aste speciali
Regolamento - Estratto del Regolamento del servizio Credito su Pegno
Art. 27 - Norme sulle offerte

Le offerte possono essere orali oppure segrete.
Le offerte orali di rilancio devono essere espresse a voce alta o con indicazioni ben visibili.
Le offerte orali, compresa la prima, formulate durante lo svolgimento dell'asta pubblica, sono fissate, di norma, nella misura minima in aumento del 5% del prezzo base, salvo l'arrotondamento per eccesso o per difetto che potrà essere operato dal dipendente incaricato di dirigere l'asta a suo giudizio insindacabile, come pure quest'ultimo potrà accettare offerte inferiori alla suddetta percentuale.

Le offerte segrete debbono essere di importo almeno pari al prezzo base d'asta aumentato del 5%. Le offerte stesse debbono essere depositate entro i termini fissati dalla Banca.
L'offerta segreta può essere presentata esclusivamente utilizzando una delle seguenti modalità: il sito www.inpegno.it, i totem che si trovano in tutte le filiali del Credito Siciliano, banca inlinea; in tutti questi casi il presentatore dovrà utilizzare le specifiche modalità previste e presentarsi, presso uno degli sportelli del Credito Siciliano, munito del ticket rilasciatogli per confermare la prenotazione eseguita. In tale occasione egli dovrà versare la cauzione prevista; solo dopo tale operazione l'offerta segreta sarà ritenuta valida e confermata.

Le offerte segrete per iscritto contengono l'impegno, da parte dell'offerente, di effettuare un ulteriore rilancio in aumento dell'offerta più alta raggiunta in sede di licitazione verbale o di altra offerta segreta sempreché non sia oltrepassata la somma massima che l'offerente deve indicare nell'offerta segreta. Nel caso che, con tale ulteriore rilancio, venga oltrepassato tale limite, si riduce il rilancio stesso in modo da raggiungere esattamente la somma medesima indicata nell'offerta segreta.

Art. 28 - Depositi cauzionali

Non possono essere accettate offerte segrete se l'offerente non esegue, a dimostrazione della serietà della propria offerta, un deposito cauzionale infruttifero in contanti nella misura stabilita dalla Banca e pubblicizzata a mezzo di appositi cartelli.
Tale deposito infruttifero:
a) in caso di aggiudicazione:
- viene imputato in conto del prezzo di aggiudicazione, al momento del pagamento del prezzo stesso;
- viene incamerato dalla Banca a titolo di penale qualora non venga pagato il prezzo di aggiudicazione entro il primo giorno feriale successivo a quello della vendita;

b) in caso di mancata aggiudicazione:
- viene restituito a partire dal giorno lavorativo successivo a quello dell'asta.

La Direzione Generale della Banca può esentare dal versamento del deposito cauzionale singoli offerenti o intere categorie di soggetti. Anche in caso di esenzione dal versamento della cauzione, è necessaria la validazione dell'offerta segreta che, per essere valida, deve essere confermata presso uno qualsiasi degli sportelli InPegno del Credito Siciliano.

Art. 30 - Svolgimento delle aste

Le offerte sono enunciate al pubblico presente alla licitazione a mezzo di un incaricato dell'Istituto denominato Banditore. Esso potrà essere lo stesso Dipendente incaricato di dirigere l'asta.
Il Banditore ad alta voce ripete il prezzo base e quello delle successive offerte orali.
Il Banditore chiude la gara orale ripetendo chiaramente l'ultimo prezzo (aggiudicazione provvisoria). Subito dopo annuncia l'esistenza di eventuali offerte segrete. In assenza di offerte segrete proclama l'aggiudicazione provvisoria come definitiva; in presenza di offerte segrete da corso alla specifica procedura informatica per la decriptazione delle offerte medesime e le rende palesi alla sala.

L'aggiudicazione ha luogo in favore di colui che ha offerto, in sala o in forma segreta, l'importo più elevato.

Qualora l'offerta o le offerte segrete risultassero uguali all'ultima offerta della gara orale, l'aggiudicazione avverrà a favore della sala.

In caso di due o più offerte segrete di importo uguale, prevale quella presentata prima cronologicamente.

Nel caso in cui su un lotto in vendita venga effettuata una sola offerta segreta, senza quindi altre offerte in busta o orali in sala, l'aggiudicazione avverrà all'importo posto a base d'asta aumentato del 5%, a prescindere da quanto offerto.

La chiusura della gara orale e l'aggiudicazione sono indicate con apposito segnale.

Art. 44 - Partecipazione alle aste degli Amministratori e dei Dipendenti

Gli Amministratori, i Sindaci e i Dipendenti della Banca, nonché gli Amministratori, i Sindaci e i Dipendenti delle Società del Gruppo bancario Credito Valtellinese, possono procedere ad acquisti nelle aste pubbliche tenute dall'Istituto purché concorrano con offerte segrete, con esenzione dal versamento del deposito cauzionale, e, della loro partecipazione alla gara, diano preventiva comunicazione al Responsabile del Servizio Pegni. Le eventuali aggiudicazioni in favore di Amministratori, Sindaci e Dipendenti del Gruppo Credito Valtellinese, saranno normalmente registrate nel verbale d'asta.

Anche in questo caso di esenzione dal versamento della cauzione, è necessaria la validazione dell'offerta segreta che, per essere valida, deve essere confermata presso uno qualsiasi degli sportelli InPegno del Credito Siciliano.


Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni relative al prodotto pubblicizzato si rinvia al foglio informativo “Credito su pegno” disponibile presso le dipendenze del Credito Siciliano e le filiali InPegno e sul sito internet www.creval.it nella sezione “Trasparenza”. La concessione del finanziamento è subordinata
all´approvazione della Banca.